XM24: ora si passi dalle parole ai fatti

La situazione è assurda, paradossale! Facciamo una breve cronistoria:
Il 31 dicembre 2016 scade la convenzione tra xm24 e il Comune per la gestione degli spazi dell’ex mercato ortofrutticolo; nei mesi successivi il Comune invia a xm24 una lettera dove chiede di liberare gli spazi entro luglio 2017; arriva luglio e, grazie soprattutto alle sollecitazioni dell’opposizione e dei cittadini residenti, l’Amministrazione assicura che nel giro di poco gli spazi sarebbero stati liberati. Passano le settimane i mesi e non succede nulla; anzi non è vero che non succede nulla; xm24 continua a fare le proprie attività in barba alle ordinanze e al rispetto delle norme igienico sanitarie e di sicurezza (esempio su tutti la realizzazione di una piscina abusiva estiva all’interno dell’ex mercato ortofrutticolo). Si arriva così a novembre 2018 quando sembra ormai deciso lo sgombero Cosa fa l’amministrazione? Decide di fare un bando per l’assegnazione di spazi in via Fioravanti 16.
A questo bando partecipa xm24 insieme ad un’altra decina di associazione. Con la vittoria del bando sembra oramai chiusa la questione xm24 e invece la settimana scorsa rilasciano una dichiarazione dove affermano che dagli spazi ad oggi occupati non si sposteranno. E’ una situazione veramente insostenibile; per noi la misura è colma. Questa, semmai ce ne fosse stato bisogno, è un’ulteriore dimostrazione che xm24 non ha nessuna intenzione di dialogare con le Istituzioni è che l’amministrazione in questi mesi si è fatta prendere per il naso. Chiediamo quindi al Sindaco e alla Giunta che cosa intendono fare per riappropriarsi degli spazi ad oggi occupato abusivamente da xm24 e i tempi entro i quali l’Amministrazione rientrerà in possesso dei suddetti spazi.

BOLOGNA. “RUSPE A XM24”, BERNARDINI SI SCHIERA CON AITINI

LEGA: CENTRO SOCIALE INCOMPATIBILE CON SERVIZI AI CITTADINI. (DIRE) Bologna, 29 apr. – Insieme Bologna si schiera con Alberto Aitini e ‘spinge’ per la liberazione, in modo volontario o attraverso uno sgombero, dell’attuale sede di Xm24. “Una pagina vergognosa- la definisce il presidente dei civici Manes Bernardini- che si deve chiudere per il rispetto di tutte le altre realta’ associative e sociali che rispettano le regole e i bandi”. Un “esempio pessimo”, rincara la dose Bernardini, “di come si governano le situazioni e si gestiscono le citta’”. Quindi, fa sapere in una nota, “siamo con Aitini, ultimatum o ruspe”. Intanto, la capogruppo leghista in Comune Francesca Scarano parla di una “assegnazione vergognosa” a proposito dell’immobile di via Fioravanti 12, che Xm24 dovrebbe condividere con altre realta’ per un progetto sociale al servizio della Bolognina. “In qualsiasi progetto- ha detto Scarano in Consiglio comunale- o si pianificano iniziative volte alla comunita’ e al sociale o si parla di Xm24, i due aspetti sono in netta antitesi e non possono convivere”. In ogni caso, prosegue la consigliera, “aspetteremo gli sviluppi certi che nelle prossime settimane lo spazio al civico 24 di via Fioravanti illegalmente occupato sara’ dopo anni liberato, desiderosi di apprendere questa ventata di welfare e di sussidiarieta’ siglata con la nuova prossima convenzione sperando venga illustrata ai consiglieri e alla collettivita’ in modo estremamente dettagliato”.

Intervento in Consiglio Comunale del nostro Capogruppo Gian Marco De Biase

Condividi su: Facebook Twitter Google+ Telegram WhatsApp