Vincenzo Ritacca

Mentre frequento le Aldini Valeriani partecipo alla vita politco/studentesca dell’Istituto, avendo frequenti, ma mai continuative collaborazioni con il Movimento Studentesco Bolognese, sono anni di fermento, dal 67 al 69.

Interrotti gli studi nel 1973 al terzo anno di Ingegneria, dopo aver partecipato, con esito positivo, al concorso per essere assunto all’Azienda Municipalizzata Gas e Acqua di Bologna, mi iscrivo al Sindacato della C.I.S.L., dopo qualche anno entro a farne parte in maniera attiva, arrivando anche a rappresentare i lavoratori della mia azienda, insieme alle altre rappresentative Sindacali, nella discussione , a Roma, del Contratto Collettivo Nazionale di categoria.

Dopo un paio d’anni di attività sindacale, mi dimetto, dalla rappresentanza sindacale, per motivi personali.

Dopo una decina di anni esco dalla C.I.S.L , non rispecchiandomi più in tale movimento sindacale e mi iscrivi alla U.I.L., ove sono tutt’ora iscritto.

Avendo mia figlia che inizia le scuole superiori, alle Rosa Luxemburg, vengo eletto Rappresentante di classe, poi il secondo anno Rappresentante dei rappresentanti di classe ed infine il terzo anno vengo eletto Presidente del consiglio di Istituto, restando in tale incarico per 3 anni.

Mi interesso marginalmente alla vita politica Bolognese, mi iscrivo circa 9/10 anni fa al Partito Democratico Bolognese, dove resto iscritto un solo anno, non condividendo atti, azioni ed iniziative politiche di quel periodo.
Poi nel 2014, conosco personalmente Manes Bernardini, ed arrivando ai giorni nostri nel 2016, accetto di presentarmi nelle liste di Insieme Bologna – Manes Bernardini Sindaco, venendo eletto consigliere nel quartiere Porto/Saragozza.

Condividi su: Facebook Twitter Google+ Telegram WhatsApp